Acidità gastrica Sistema Digerente

CHE COS'È IL REFLUSSO

GASTRO-ESOFAGEO
Con il termine Reflusso Gastro-Esofageo si indica la risalita in esofago di quanto è contenuto nella cavità gastrica (lo stomaco).

Il reflusso gastro-esofageo avviene saltuariamente in condizioni fisiologiche in tutte le persone, anche nei neonati, ma quando si manifesta con una frequenza tale da superare i meccanismi di difesa posti in atto dalla mucosa esofagea, esso può sfociare in esofagite da reflusso, una patologia molto diffusa, caratterizzata da uno stato infiammatorio e da lesioni (erosioni e piccole ulcere) della mucosa dell'esofago, causata dalla risalita di succo gastrico.

Per capire meglio il problema dobbiamo sapere che, quando mangiamo, il cibo passa dalla bocca allo stomaco attraverso l'esofago. Tra l'esofago e lo stomaco esiste normalmente un gradiente pressorio che, in condizioni normali, impedisce il rigurgito di materiale gastrico nell'esofago.
La struttura anatomica più importante nel mantenere tale gradiente pressorio è lo sfintere esofageo inferiore (LES) o valvola cordiale (Cardias), una struttura muscolare ad anello sita nel punto d'unione tra esofago e stomaco che, in condizioni normali, durante la deglutizione si apre per far passare il cibo e si richiude immediatamente dopo che questo è passato nello stomaco, lì i residui di tali sostanze acide vengono tamponate, ossia neutralizzate, dalla saliva deglutita.

Pertanto il reflusso gastro-esofageo altro non è che la risalita a livello dell'esofago di materiale acido proveniente dallo stomaco quando la valvola cordiale non funziona bene, cioè si apre quando non dovrebbe consentendo al cibo ed ai succhi gastrici dello stomaco di ritornare nell'esofago. Ed è proprio la presenza di acido nell'esofago che provoca irritazione causando i sintomi del reflusso: bruciore di stomaco, acidità e rigurgito.

Gastrigen Alta Natura

Digestyl Alta Natura

Reflumil Save Alta Natura

Reflumil Alta Natura

Aggiungere al carrello

Endacyd Alta Natura

Aggiungere al carrello